Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione | Exe Progetti
 
 
 
 

Un grosso cambiamento che ha fatto suonare i nostri centralini in queste settimane è stata la fatturazione elettronica verso le Pubbliche amministrazioni.

Un cambiamento introdotto per riorganizzare il lavoro in Italia, ma che rischia di far venire il mal di testa a chi non si è informato o ha ricevuto informazioni discordanti tra loro.

Software_gestionale_elettrico_fatturazione_PAInnanzitutto, cos’è la Fattura PA?

La Fattura PA è l’unico strumento di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione. La fattura elettronica è un file che sostituisce la classica fattura di carta: dal 31 Marzo 2015, infatti, la Pubblica Amministrazione non accetta fatture emesse o trasmesse in forma cartacea e nemmeno procede al loro pagamento.

La FatturaPA ha le seguenti caratteristiche:

  • il contenuto è rappresentato, in un file XML (eXtensible Markup Language), secondo il formato della FatturaPA. Questo formato è l’ unico accettato dal Sistema di Interscambio.
  • l’ autenticità dell’ origine e l’ integrità del contenuto sono garantite tramite l’ apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette la fattura,
  • la trasmissione è vincolata alla presenza del codice identificativo univoco dell’ufficio destinatario della fattura riportato nell’ Indice delle Pubbliche Amministrazioni.

Dal 31 Marzo 2015:

  • i fornitori non potranno emettere fatture cartacee
  • le P.A. potranno accettare solo fatture elettroniche

La Fattura PA: formato XML, Sdi, firma e normativa

Il Formato della Fattura elettronica
La fattura elettronica alla PA deve essere in formato XML, il solo formato standard accettato dal Sistema Di Interscambio (SDI). Il file XML deve seguire il tracciato minesteriale.
Attualmente la versione l’ultimo tracciato è la versione 1.1.

Il Sistema di Interscambio SDI
L’SDI, il Sistema di interscambio, è il solo sistema utilizzabile per la trasmissione delle fatture elettroniche destinate alla pubblica amministrazione. L’autenticità dell’origine e l’integrità del contenuto sono garantite tramite l’apposizione della firma elettronica.

La firma elettronica
Ogni file trasmesso al Sistema di Interscambio deve essere firmato dal soggetto che emette la fattura tramite un certificato di firma qualificata. La firma è necessaria in quanto garantisce l’integrità delle informazioni contenute nella fattura e l’autenticità dell’emittente.

Consigli Utili

– Ricordiamo a tutte quelle aziende che non emettono molte fatture verso le PA durante il corso dell’anno, che Edison permette l’esportazione in formato .XML delle fatture compilate nel programma.
Cosa significa questo? Che con questi file potrete rivolgervi all’ente di riferimento (Camera di commercio, Commercialista, Associazioni…) senza dover riscrivere la fattura, e l’ente provvederà poi all’invio e all’archiviazione.

– Se invece il numero di fatture sale (già dalle 5-6 all’anno) si può pensare di attivare insieme con Edison un servizio partner che permette di esportare, inviare ed archiviare le vostre fatture firmate digitalmente.

Per maggiori informazioni consigliamo di telefonarci, e provvederemo a consigliarvi sui metodi per adeguarsi alla normativa. Che siano cartacee o digitali, vi auguriamo una buona fatturazione!

 

Condividi:

You must be logged in to post a comment.